Ultima modifica: 28 Luglio 2020

L’ANNO CHE VERRA’

ANTICIPAZIONI PER LA RIPARTENZA IN SICUREZZA

Buongiorno studenti, operatori della scuola e famiglie.

Come è già stato annunciato, il 7 settembre (scuola dell’Infanzia) e il 14 settembre (Primaria e Secondaria) riapriranno le scuole di Travagliato con le attività didattiche in presenza. Abbiamo trascorso settimane di silenzio operoso per cercare di organizzare al meglio la ripartenza, attendendo dal Ministero indicazioni precise sui protocolli per la ripresa, misurando spazi, costituendo e partecipando a tavoli e gruppi di lavoro, ascoltando i vari stakeholders, dialogando con l’Amministrazione Comunale per progettare il rientro in sicurezza. L’organizzazione per l’a.s. 2020-21 è stata pertanto elaborata ponderando le scelte che hanno tenuto conto di alcuni limiti strutturali (legati agli spazi, alla numerosità della popolazione scolastica, al numero delle risorse umane a disposizione della scuola) e di principi irrinunciabili (sicurezza, prudenza, qualità dei contesti, benessere fisico e socio-emotivo di studenti e operatori della scuola).

Finché permane l’emergenza, teniamone conto, vi saranno alcuni inevitabili disagi per studenti, famiglie e professionisti della scuola. Ce ne scusiamo in anticipo, ma la priorità è la sicurezza (con le sue ferree regole) se vogliamo che l’Istituto riapra. Ovviamente ci auguriamo che l’emergenza finisca al più presto e si possa tornare a quella “normalità scolastica” di cui sentiamo una forte mancanza.

 

MISURE DI SICUREZZA PER L’A.S. 2020/21 (in progress)

A – Distanziamento fisico

Il principio del distanziamento fisico costituisce una delle più importanti misure di prevenzione del rischio di contagio da COVID-19. Perciò alcune classi non saranno più utilizzate, mentre ne saranno allestite di nuove.

Tutte le aule saranno predisposte in base al numero massimo di allievi garantendo:

  • il distanziamento di almeno un metro tra gli allievi seduti;
  • il distanziamento di almeno due metri tra zona cattedra/lavagna/docente e studenti;
  • la dimensione minima di 60 cm dei corridoi tra le colonne dei banchi per agevolare l’uscita in sicurezza in caso d’emergenza.

B – Uso della mascherina

Il Piano Scuola ha anticipato che maggiori informazioni sull’uso della mascherina saranno fornite almeno due settimane prima dell’inizio delle lezioni. Sembra però chiaro che:

  • sono esentati dall’uso della mascherina i bambini della scuola dell’Infanzia e gli studenti con disabilità tali da sconsigliarne l’uso;
  • tutti gli altri studenti devono sempre avere con sé una mascherina chirurgica o di comunità;
  • in aula seduti, a un metro di distanza, non è previsto per nessuno l’uso della mascherina;
  • la mascherina sarà da usare in tutti quei momenti in cui non si può garantire il metro di distanza.

Gli insegnanti possono spostarsi dalla loro posizione fissa, muoversi tra i banchi e avvicinarsi agli allievi qualora indossino la mascherina; possono inoltre toccare le stesse superfici toccate dall’allievo se prima si sono disinfettati le mani. Le stesse misure valgono per gli studenti.

C – Altre misure di sicurezza

  • scaglionamento della vita scolastica (scuola primaria);
  • divisione dei giardini in aree di pertinenza dedicate alle sezioni/classi;
  • accurata pulizia degli ambienti, specie al termine delle lezioni e nei locali ad uso promiscuo;
  • segnaletica verticale e orizzontale, cartellonistica;
  • prime settimane dedicate alla formazione sulla sicurezza e alle nuove regole di prevenzione, contrasto e convivenza con il rischio epidemiologico;
  • principio dell’arieggiamento frequente: le finestre dell’aula, clima permettendo, devono rimane aperte anche durante le lezioni, assieme eventualmente alla porta dell’aula;
  • disinfezione periodica delle mani con prodotti a base alcolica (al 60% di alcol); ogni aula sarà dotata di dispenser di soluzione alcolica, ad uso sia degli allievi che dei

D – Precondizioni per la presenza a scuola

  • Assenza di sintomatologia respiratoria (anche nei 3 giorni precedenti);
  • Temperatura corporea inferiore a 37,5 gradi (anche nei 3 giorni precedenti);
  • Nessuna quarantena, isolamento o contatti con persone positive (negli ultimi 14 giorni).

Il Documento tecnico del CTS dice chiaramente che, sia per gli allievi che per il personale a vario titolo operante, “all’ingresso della scuola non è necessaria la rilevazione della temperatura corporea”. E’ responsabilità individuale dei genitori non mandare a scuola i figli che presentino sintomi influenzali o sintomatologie respiratorie.

E – Obblighi degli studenti

  • Gli alunni vengono a scuola con proprie mascherine chirurgiche o “di comunità” (esclusi i bambini della scuola dell’Infanzia).
  • Evitare di lasciare in aula, al termine delle lezioni, materiali personali, anche per facilitare le successive operazioni di pulizia e disinfezione degli ambienti.

F – Ricreazione

Come regola generale la ricreazione sarà effettuata in spazi esterni all’edificio, delimitati e segnalati. In caso di condizioni metereologiche avverse verrà effettuata in classe (non nei corridoi).

G – Uso delle palestre

Per le attività di educazione fisica sarà garantito un distanziamento interpersonale tra gli allievi di almeno 2 m ed altrettanto tra gli allievi e il docente. Saranno privilegiati, durante la stagione favorevole, gli spazi esterni.

  • Per la scuola primaria verranno usate come palestre: la palestra del plesso storico, la ludoteca dell’oratorio, la palestrina sopra al teatro comunale, i giardini, i vasti spazi esterni dell’oratorio.
  • Per la scuola secondaria: la palestra, il palazzetto dello sport, il giardino.

H – Mensa

Verrà garantita la mensa ai bambini dell’Infanzia e della Primaria. Per il pasto a fine mattinata si rispetterà il principio del distanziamento fisico di almeno 1 m tra tutti gli allievi seduti a mangiare. Il personale presente durante il pasto in mensa (sorveglianza, assistenza) potrà muoversi tra i tavoli e avvicinarsi agli allievi solo se indossa la mascherina chirurgica e può toccare le stesse superfici toccate dall’allievo solo se prima si è disinfettato le mani.

I – Servizi igienici

Sarà posta una particolare attenzione alle misure di pulizia e disinfezione quotidiane e ripetute dei locali e di tutte le superfici che possono essere toccate. Saranno evitati gli assembramenti all’interno dei servizi con una regolamentazione  dell’accesso.

 

1 – LA SCUOLA DELL’INFANZIA

Per la scuola dell’Infanzia vi sono criteri di sicurezza diversi rispetto agli altri gradi di istruzione. Non è previsto né immaginabile garantire la distanza di un metro tra i bambini né l’uso della mascherina, ma vi è la necessità di ridurre i gruppi classe ed evitare promiscuità tra i bambini di sezioni diverse. Le maestre potranno avvicinarsi ai bambini senza problemi visto che saranno dotate di ulteriori DPI.

Ognuna delle sezioni godrà di una propria aula dedicata, un proprio cortile attrezzato, propri servizi igienici, un proprio percorso di accesso.

Al momento l’organico docente dell’Infanzia è numericamente lo stesso dell’anno che si è appena concluso perciò, con l’incremento di una sezione, è inevitabile una contrazione dell’offerta formativa. Pertanto, finché permarrà la situazione emergenziale (o fintanto che non vi saranno incrementi di organico del personale scolastico), l’offerta formativa per l’anno scolastico 2020-21 sarà la seguente:

  • ORARIO DI INGRESSO: tra le 8 e le 8,30;
  • ORARIO DI USCITA: tra le 12,30 e le 13,00.

Sarà comunque assicurato dall’Amministrazione Comunale il servizio mensa.

 

Capiamo il disagio di non poter usufruire del pomeriggio, ma per aprire è inevitabile limitare il numero degli studenti per sezione. Siamo anche consapevoli di una situazione paradossale che potrebbe venire a verificarsi: diminuzione delle iscrizioni, diminuzione ipso facto del numero dei bambini per classe, ritorno alle tre sezioni e riapertura del servizio al pomeriggio per coloro che rimangono iscritti.

2 – LA SCUOLA PRIMARIA

La scuola primaria è quella che, vista la complessità e le criticità, vedrà i maggiori cambiamenti.

  1. Istituzione di un nuovo plesso presso l’Oratorio San Michele

A causa dei vincoli legati alla dimensione delle aule, vi sarà l’istituzione di un nuovo plesso presso l’Oratorio, che ospiterà 5 classi: il modulo a tre delle 5E-F-G e il modulo delle 5A-5B. A inizio settembre quest’ultimo verrà diviso da un’apposita commissione docenti in 3 classi (5A-5B-5H) con un numero variabile da 13 a 17 bambini (da valutare in base agli spazi).

L’oratorio San Michele, per l’a.s. 2020/21, entrerà così a far parte del Polo della Primaria, una vasta area dedicata ai bambini delle elementari che potranno usufruire degli spazi aggiuntivi dell’oratorio, con il suo ampio giardino, il campo da calcio, il portico e il saloncino/ludoteca.

Durante l’estate l’Amministrazione Comunale provvederà agli interventi strutturali e logistici necessari per la trasformazione degli spazi in aule. Gli orari del nuovo plesso saranno i medesimi del resto della Primaria (vd. sotto).

  1. Modifica dell’offerta formativa e monte ore

Assicurare la ripartenza in sicurezza con il medesimo organico, con l’impossibilità di dividere i bambini nelle classi in caso di assenze del personale, con la creazione di una nuova classe, con una notevole intensificazione del lavoro del personale ATA, con la necessità di scaglionare i momenti salienti della vita scolastica, reca come conseguenza inevitabile una modifica dell’offerta formativa per l’a.s. 2020-21 e una leggera riduzione del monte ore (vd. sotto).

  1. Scaglionamenti in ingresso e uscita, tempo scuola e orario scolastico

La scuola Primaria di Travagliato è una delle più grandi della provincia, con i suoi quasi 700 bambini. Per garantire le necessarie condizioni di sicurezza è opportuno scaglionare la vita scolastica (ingressi, ricreazioni, mensa, uscite). Si chiede pertanto un sacrificio agli studenti, alle famiglie e agli operatori della scuola per poter permettere un’organizzazione funzionale alle attività didattiche e alla sicurezza di tutti.

Il quadro orario per il 2020/21 sarà il seguente:

 

Orario Primo Gruppo: 7,45-15,00

Dal lunedì al venerdì

Orario Secondo Gruppo: 8,30-15,45

Dal lunedì al venerdì

PRIMA ORA: 7,45-8,30 ————————————————————
SECONDA ORA: 8,30-9,15 PRIMA ORA: 8,30-9,15
INTERVALLO 9,15-9,30 SECONDA ORA: 9,15-10,00
TERZA ORA: 9,30-10,15 INTERVALLO 10,00-10,15
QUARTA ORA: 10,15-11,00 TERZA ORA: 10,15-11,00
QUINTA ORA: 11,00-11,45 QUARTA ORA: 11,00-11,45
USCITE e MENSA: 11,45-13,30 QUINTA ORA: 11,45-12,30
SESTA ORA: 13,30-14,15 USCITE e MENSA: 12,30-14,15
SETTIMA ORA: 14,15-15,00 SESTA ORA: 14,15-15,00
—————————————————————– SETTIMA ORA: 15,00-15,45

 

Il tempo-scuola sarà pertanto di 35 unità orarie da 45 minuti (30 per le discipline e 5 per approfondimenti disciplinari/attività integrative), cui si aggiungono gli intervalli e la mensa per un totale di 36 ore e 30 minuti in presenza (27 ore e 15’ per chi non parteciperà alla mensa).

Coloro che avessero aderito all’offerta a 28 ore non verranno a scuola il venerdì pomeriggio.

L’individuazione delle classi che seguiranno il primo o il secondo modello orario sarà legata esclusivamente alla dislocazione delle aule (che dipende dalla numerosità degli studenti, dalle metrature dell’aula, dalla necessità di tenere i team in classi adiacenti). Pertanto non sarà in alcun modo possibile tener conto dei desiderata delle famiglie (nemmeno in caso di fratelli frequentanti classi con orari diversi o situazioni particolari) o delle richieste/proposte di orari personalizzati ad hoc. Sarà un disagio, certo, ma non vi sono altre possibilità: solo così potremo assicurare una frequenza scolastica in sicurezza.

L’orario sarà per tutte le classi dal lunedì al venerdì. Non vi sono risorse umane per garantire la sicurezza e l’attenta pulizia degli spazi in caso di prolungamento del servizio scolastico anche al sabato. Il sabato mattina, inoltre, verrà dedicato alla sanificazione degli ambienti ad opera di un’impresa del Comune.

  1. La mensa

Grazie a un importante intervento dell’Amministrazione Comunale e all’aumento dei gruppi mensa (da 15 a 31), anche quest’anno verrà assicurato il pasto a scuola per gli studenti che richiederanno il servizio (vd. criteri del Regolamento Mensa del Comune). Ogni studente potrà consumare il pasto nella propria aula, al proprio banco. Il servizio mensa sarà gestito dal Comune, con l’ausilio di 10 docenti.

  1. Vivibilità scolastica

Le severe misure di sicurezza limiteranno le libertà di movimento a scuola. Il distanziamento sociale potrà essere garantito nelle aule (con gli studenti seduti al proprio banco collocato in modo tale che venga rispettato il metro di distanza tra le “rime buccali” degli studenti) e in giardino (tempo permettendo). In aula, seduti al proprio banco, non è previsto l’uso delle mascherine. Vista la planimetria degli edifici e tenuto conto dell’elevato rapporto tra studenti e metri quadri, i corridoi saranno solo zone di passaggio, non luoghi di stazionamento. Non è previsto l’ingresso dei genitori all’interno degli edifici scolastici.

I giardini dei plessi saranno divisi in zone di pertinenza/sicurezza dove i bambini verranno accolti durante la fase di ingresso a scuola e dove potranno svagarsi durante le ricreazioni e il post-mensa. Il giardino del plesso storico sarà diviso in 12 settori. Vi saranno settori dedicati anche per i plessi parrocchiale e oratorio

Spazi altri, rispetto al binomio classe-giardino, saranno: la palestra (per le ore di educazione fisica); il teatro comunale (utilizzabile durante tutta la settimana scolastica, con criteri di turnazione tra le classi); la palestrina all’interno del teatro; gli spazi dell’oratorio San Michele (il vasto giardino con campo di calcetto, il portico, il saloncino/ludoteca). Si ringrazia don Davide per la preziosa collaborazione che ha offerto per migliorare l’offerta formativa dell’Istituto.

  1. Condivisione delle responsabilità e collaborazione

Si invitano le famiglie a collaborare per garantire la sicurezza a scuola. In particolare si chiede:

– di assumersi l’importante responsabilità (prevista dalla normativa) di non far venire il proprio figlio a scuola in caso di febbre, temperatura superiore a 37.5 gradi, tosse o sintomi influenzali;

– di assicurare la puntualità nell’orario di ingresso a scuola: né troppo in anticipo (per non creare assembramenti fuori da scuola), né in ritardo. (Esempio per il primo turno: alle 7,40 si aprono i cancelli della primaria e i bambini ordinatamente entreranno dal cancello che è stato loro indicato per dirigersi nella sezione del giardino di pertinenza. Qui gli studenti troveranno la loro maestra ad accoglierli e, a partire dalle 7,45, verranno accompagnati ordinatamente in classe per l’inizio delle lezioni);

di attenersi alle indicazioni sulla sicurezza che verranno fornite sul registro elettronico nel corso dell’anno;

– di dotare ogni studente di una mascherina e un piccolo flaconcino di soluzione idroalcolica (es. Amuchina) .

 

C –LA  SCUOLA SECONDARIA

  1. Organizzazione in sicurezza e formazione di 8 classi prime

Per la scuola secondaria valgono le stesse misure di sicurezza della scuola primaria (vd. sopra), eccetto gli scaglionamenti in entrata e in uscita visto il minor numero degli studenti, la loro età e la dislocazione di ingressi/uscite/aule.

Per garantire la presenza in sicurezza degli studenti, a causa delle dimensioni ridotte di alcune aule, sono state allestite due nuove classi (ex sostegno ed ex biblioteca). L’aumento delle classi da 18 a 20 porterà alla formazione, per l’a.s. 2020/21, di due nuove prime (1G con seconda lingua Francese e 1H con seconda lingua Spagnolo). Tutte le classi prime, pertanto, avranno l’opportunità di godere di una didattica più efficace e personalizzata, vista la dimunizione di studenti per classe (da 22 a 15/17). La formazione delle nuove classi avverrà a inizio settembre ad opera di un’apposita commissione di docenti. Ne sarà data tempestiva comunicazione alle famiglie.

  1. Il giardino

Il giardino verrà diviso in 20 sezioni dedicate a ogni classe per gli ingressi (all’entrata gli studenti si collocheranno nella zona di pertinenza dove alle 7,55 vi sarà un docente ad attenderli) e per i due lunghi intervalli di 15 minuti. Sarà allestita anche una ventunesima sezione per gli studenti che usufruiranno della palestra. I portabiciclette saranno riposizionati vicino alle diverse entrate.

Si ricorda che, in seguito all’Ordinanza Comunale del novembre 2019, prima delle 7,55 il giardino della scuola è considerato spazio pubblico e la scuola non è responsabile di ciò che può accadere nelle fasi di non sorveglianza. Si invitano pertanto le famiglie e gli studenti a non recarsi nel giardino della scuola prima del tempo. Per evitare assembramenti, comunque, vi saranno degli operatori comunali che sorveglieranno e inviteranno gli studenti a stazionare nella propria zona di pertinenza del giardino in attesa dell’arrivo degli insegnanti.

  1. Tempo scuola e orari

A causa dell’aumento del numero delle classi (da 18 a 20), considerato che l’organico docente è rimasto invariato (anzi al momento l’Ufficio Scolastico in organico di diritto ha ridotto il numero delle seconde, da 6 a 5; la classe eliminata dovrebbe però essere restituita in agosto con l’organico di fatto), vista l’impossibilità di dividere gli studenti nelle classi in caso di assenze dei docenti, tenuto conto dell’intensificazione delle attività di pulizia del personale ATA al termine delle lezioni, è inevitabile una leggera riduzione del tempo scuola.

 

L’orario del servizio scolastico per l’a.s. 2020/21 sarà il seguente:

Modello orario scuola secondaria
Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13,00 (25H di tempo scuola)
8,00-(8,45)-9,30 Prima unità bioraria
9,30-9,45 Primo intervallo
9,45-(10,30)-11,15 Seconda unità bioraria
11,15-11,30 Secondo intervallo
11,30-(12,15)-13,00 Terza unità bioraria

Le chiamiamo unità biorarie perché saranno due unità di 45 minuti della stessa disciplina, tranne un modulo di religione-inglese. Il modello va nella direzione delle aule laboratorio disciplinari che per l’a.s. 2020-21 non potranno essere attivate.

 

Un eventuale ritorno alle 30 ore effettive con orario standard (8,00-14,00) sarà possibile quando e se:

  • le dotazioni organiche di docenti e ATA saranno aumentate.

 

D – RIDUZIONE ORARIO SCOLASTICO NELLE PRIME SETTIMANE DI SCUOLA

Nelle prime due/tre settimane di scuola, alla luce dell’organico a disposizione, ci potrebbe essere una riduzione dell’orario (sicuramente alla Primaria non vi saranno né la mensa né il pomeriggio). Le comunicazioni saranno date agli inizi di settembre, alla luce dell’organico a disposizione e delle valutazioni e delibere del Consiglio di Istituto.

Si anticipa già che, probabilmente, dal 18 al 22 settembre 2020 il plesso storico della Primaria potrà essere sede dei seggi elettorali.

 

E- INTERVENTI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DURANTE IL PERIODO ESTIVO

L’Amministrazione Comunale avrà un ruolo fondamentale per la ripartenza delle scuole. Questa è la sintesi dei lavori e degli interventi che sta mettendo o metterà in atto quest’estate per poter permettere la riapertura a settembre.

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

  • Allestimento di una quarta sezione con intervento di adeguamento dei servizi igienici.
  • Interventi di recinzione e allestimento per la creazione di quattro giardini dedicati alle quattro sezioni.

 

SCUOLA PRIMARIA

  • Concessione e allestimento di sei aule presso l’Oratorio San Michele, con la presenza durante tutto l’orario scolastico di un operatore responsabile della vigilanza e delle operazioni di pulizia.
  • Servizio mensa in aula per 31 gruppi classe.
  • Concessione per l’utilizzo, durante l’orario scolastico, del teatro comunale, della palestrina presso il teatro, dell’Oratorio (giardino, portico, saloncino/ludoteca).
  • Gestione di assembramenti e pulmini fuori dalle pertinenze scolastiche.
  • Demarcazione dei giardini in aree dedicate alle classi (12 sezioni per il plesso storico; aree dedicate anche per il plesso parrocchiale e Oratorio)
  • Per il plesso storico: completamento degli interventi di manutenzione della copertura, con la sostituzione dei coppi ammalorati e interventi per evitare infiltrazioni d’acqua durante i temporali violenti
  • Sanificazione dei locali (ogni sabato)

SCUOLA SECONDARIA

  • Operatori che garantiscano la sicurezza nelle pertinenze scolastiche prima di 7,55.
  • Demarcazione del giardino in 21 aree dedicate alle classi.
  • Integrale rifacimento dei servizi igienici al piano terra e al primo piano.
  • Tinteggiatura di tutte le aule, corridoi e spazi di servizio.
  • Concessione del Palazzetto dello Sport per tre giorni a settimana e almeno un operatore che garantisca la pulizia degli ambienti nel passaggio tra una classe e l’altra.

G – AGGIORNAMENTI

 

Il piano per la ripartenza potrà essere aggiornato a fine agosto/inizio settembre in base alle disposizioni delle autorità e alle ulteriori indicazioni/disposizioni del Ministero/Ufficio Scolastico. Le informazioni saranno divulgate attraverso i canali ufficiali di istituto (sito ictravagliato.edu.it e registro elettronico).

 

Vi aspettiamo a settembre (in sicurezza). Un cordiale saluto e… un’ottima estate.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Emanuele d’Adamo

 




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi